Risi Competizione terzo in qualifica a Long Beach

risi1

Sui 3.167 metri del circuito stradale di Long Beach, California, si svolgerà questo week end la terza prova del campionato americano USCC. Una gara sprint di soli 100 minuti, che porterà fra le 11 curve del percorso 18 partecipanti fra le categorie Prototipi e GTLM.

Ancora una volta il tedesco Pierre Kaffer accompagna il nostro Giancarlo “Fisico”  Fisichella sulla Ferrari 458 Italia del team Risi Competizione.

Li avevamo lasciati sul secondo gradino del podio a Sebring, dopo la gara di 12 Ore, in quella occasione avevano condiviso il loro abitacolo con l’altro italiano Andrea Bertolini.

Al termine un Fisichella visibilmente emozionato aveva dichiarato “ Nelle ultime fasi di gara la nostra 458 era alquanto imprevedibile, avevamo la temperatura dell’acqua troppo elevata e per resistere è stato necessario girare a bassi regimi sacrificando un po’ la prestazione. Tutti i ragazzi del team sono stati fantastici, hanno lavorato bene nei pits e ci hanno permesso un grande risultato, sono felice per tutto il team Risi.”

Andrea Bertolini, da grande professionista pone l’accento sul gioco di squadra “ Sono qui per dare supporto al Team Risi nella gare lunghe della stagione 2015, quando abbiamo scoperto l’allerta al motore mancavano ancora otto ore di gara. Non sono particolarmente felice quando arrivo secondo, ma oggi, è stato un gran lavoro tutti insieme e dobbiamo essere orgogliosi di quello che è il nostro risultato.”

Quando scende dal ponte di comando al termine della gara, Giuseppe Risi, proprietario del Team, esprime un concetto sintetico “ Tutto quello che ci è successo oggi è il significato di quanto sia fantastico lavorare con Ferrari, questa vettura è il testamento spirituale di ogni vettura da competizione e questa è una squadra  di ragazzi indiavolati.”

podio risi

Alla Ferrari # 62 il circuito di Long Beach porta da sempre buoni risultati, vittoria nel 2007 con terzo posto aggiuntivo con la seconda vettura, seconda posizione sul podio nel 2009 e terzo nel 2011.

Poco prima dell’inizio della sessione di qualifica,questa notte, durante le consuete libere , Giancarlo “ bacia “ il muro di curva 9, niente di grave ,ma costringe i ragazzi ad un lavoro supplementare negli attimi pieni di tensione prima di una qualifica, riesce a giocarsela negli ultimi otto minuti che rimangono prima della chiusura, segna un bel 1:17.709 che lo pone al terzo posto in griglia dietro le due BMW Z4.

Nonostante il problema che ha costretto i ragazzi del team a sostituire l’ala  e il bumper posteriori e gli specchietti, sono buone le previsioni nei confronti della gara, l’ingegnere di macchina Rick Mayer sostiene di avere avuto una buona lettura per la gara, in funzione anche che la numero 62 è sempre stata la migliore nelle sessioni di practice.

12 Hours of Sebring, March 18-21 2015

Il Fisico giudica bene le possibilità in funzione gara “ E’ un circuito dove superare è molto difficile, domani cercherò di stare lontano dai muri e penso che con una buona strategia riusciremo ad arrivare a podio anche se le BMW si sono dimostrate molto veloci. Devo ringraziare i ragazzi che hanno fatto un ottimo lavoro .”

Photo Team Risi Competizione

Il Mondiale Marche FIA 2015 inizia a Silverstone

min-Silverstone-WEC-A4-090215-BD_88654e

Il Campionato del Mondo Marche 2015, sotto l’egida della FIA,  aprirà domenica prossima 12 Aprile, con la prima delle sette prove di sei ore, sul circuito inglese di Silverstone , nella campagna del Buckinghamshire, l’ottava impegnativa gara, rimane la prestigiosa 24 Ore di Le Mans, prevista in calendario nel mese di giugno.

La gara vedrà la bandiera verde alle ore 12.00 locali, il canale TV Eurosport, trasmetterà in diretta l’ultima ora della competizione. Il giro del circuito misura 5.901 km e ha diciotto curve, dal punto di vista aerodinamico richiede molta più downforce di Le Mans, nonostante non siano presenti rettilinei molto lunghi o punti di frenata particolarmente violenti.

Nella gara del 2014 la vettura vincente coprì 167 giri del percorso, ma la gara terminò 24 minuti prima delle sei ore per un violento temporale che colpì l’area.

Photo FIA WEC