Corvette Racing , ottava vittoria di classe alla Le Mans

2015 24 H LM gara terza 081

La storia, nelle corse automobilistiche viene scritta dalla bandiera a scacchi. Se quella della Corvette C7.R numero # 64 è sembrata una gran rimonta nel finale, non bisogna dimenticare la rottura del cambio alla Ferrari 458 Italia numero # 51 ad un ora dalla fine quando era solidamente in testa alla categoria LM GTE Pro fin dalle sei della mattina.

Onore al merito di chi ha saputo gestire la meccanica e la strategia.

Di meritare fino alla fine la vittoria, che alla Le Mans non è mai così scontata. Oliver Gavin, Tommy Milner e Jordan Taylor hanno consegnato alla Chevrolet la vittoria di classe numero otto alla 24 Ore della Sarthe, la Corvette # 64 ha completato 337 giri per un totale di 2.864,50 miglia.

Le statistiche evidenziano che per Gavin si è trattato della vittoria numero cinque a Le Mans, per Milner la numero due e per Taylor la prima.

Corvette Racing non è iscritto al WEC, quindi questa vittoria non segna punti nel paniere,ma si può consolare, dall’inizio dell’anno ha già vinto sia alla 24 Ore di Daytona sia alla 12 Ore di Sebring, ora Le Mans. Niente male.

Jim Campbell, Vice Presidente di Chevrolet USA è notevolmente soddisfatto del risultato, pone l’accento sulla coesione della squadra nonostante il brutto incidente, che ha tolto dalla competizione nel giovedì di prove la vettura numero # 63 e che avrebbe potuto minare l’entusiasmo del Team “ La perseveranza dei ragazzi è stata lodevole, il lavoro di squadra e l’esecuzione erano la chiave del successo e ci siamo riusciti. Sono orgoglioso di loro. E’ stato molto appassionante seguire le ultime fasi di gara dal garage assieme ai meccanici e vedere che nessuno ha mai mollato.”

Mark Kent, Direttore di Corvette Racing è meno passionale e più pragmatico nelle dichiarazioni “ La vittorie nelle tre principali gare endurance, Daytona, Sebring e Le Mans dimostra la profondità della nostra determinazione, del nostro lavoro e quello dei nostri partners, GM Powertrain e Pratt & Miller. Correre ci permette di trasferire grandi insegnamenti dalle piste, ci aiuta a  progettare e costruire le migliori Corvette per i Clienti.”

“ Dopo l’incidente alla # 63 ”puntualizza Gavin “ tutto il Team ci ha spronato, hanno lavorato tutti solo per noi, ricambiarli con una vittoria  è semplicemente fantastico, vincere la 24 Ore di Le Mans è sempre come vivere nelle favole. Sembrava una giornata stregata, ogni volta che risolvevi un problema, se ne presentava subito un altro, superavi una Aston Martin e trovavi una Ferrari, pensavi di essere tranquillo e sbucava una Porsche, un ostacolo si sovrapponeva ad un altro ostacolo, ma alla fine siamo stati i più forti ed abbiamo vinto. Per me è la quinta vittoria e sono molto felice.”

Tommy Milner non si da pace “ Da dove comincio ? E’ stupendo essere qui a rappresentare gli Stati Uniti e la Chevrolet Corvette, essere delusi per la perdita di una vettura in prova , ma vincere la tua seconda Le Mans. Non so più cosa dire, lo so che i ragazzi della # 63 sono delusi, ma sento che questa è una vittoria di squadra, ci sono stati molto vicini, abbiamo lavorato duramente, sia prima di arrivare in Europa che nella settimana della corsa. Sono super felice, fare parte di questa vittoria è entusiasmante.”

Jordan Taylor si dichiara spiazzato e felice “ Sono un po’ senza parole su tutta la faccenda, devo ringraziare il Team per avermi accolto anche se  una tantum. Lo sappiamo che per ogni pilota al mondo essere a Le Mans è coronare un sogno, per me farlo da americano in un team americano non c’è niente di meglio. Se poi vinci, parlare diventa ancora più complicato.”

Photo 6-12-24.loc /Stefanoiori

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *