RISI Competizione quarto in Campionato

6bae52f8-52a3-4682-b64f-ea0e3919256f

La gara di Road Atlanta ha concluso il campionato TUDOR Uscc 2015, il Team Risi Competizione  si trova al quarto posto in classifica in entrambe le graduatorie, piloti e Team. Il Team Owner Giuseppe Risi è soddisfatto di poter esporre nello showroom di Houston la sua Ferrari 458 senza danneggiamenti dopo la competizione. Le dieci ore previste sono diventate sette e 51 minuti, martoriate da 10 bandiere gialle, una rossa che ha provocato una interruzione di un ore e cinque minuti, acqua a volontà. La Ferrari numero # 62 è giunta sotto la bandiera a scacchi nona assoluta e quinta di classe.

Fisichella che era stato il driver di partenza, verso il giro 148, ha avvisato i box che gli era diventato impossibile vedere oltre il vetro anteriore a causa dell’immonda sporcizia depositata, rientrato quasi cieco alla guida verso i box, è ripartito subito dopo con la sola rimozione della pellicola a strappo “ Oggi abbiamo disputato tutti una gara troppo pericolosa, c’era troppa acqua in pista e il pericolo di acquaplaning è stato reale, penso che avrebbero fatto meglio ad interrompere la gara anche prima di quando lo hanno fatto. Abbiamo fatto del nostro meglio ma speriamo di avere maggiori opportunità il prossimo anno.”

26f71015-2612-428d-b8c3-7786dbb29c2e

Toni Vilander si era aggiunto per l’occasione al Team “ Voglio ringraziare il Signor Risi per l’opportunità che mi ha concesso, il circuito di Road Atlanta è spettacolare , ma con tutta questa acqua in pista diventa molto pericoloso. Lo dimostrano i numerosi crash che si sono verificati. Non volevo fare la figura dello stupido andando a muro, ma oggi non c’era possibilità di errore, ho dovuto guidare con molta attenzione e mantenere un buon ritmo di gara è stato praticamente impossibile. Ora ritorno con la mia testa al WEC, mancano ancora tre gare e per noi ci sono ancora delle possibilità.”

Photo Risi Competizione /Ferrari of Houston

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *