Articoli

La prossima ventiquattrore

affiche-24-heures-du-mans-2017 piccola

Davanti ad una platea web di circa 75.000 utenti, si sono svolte le presentazioni dei Campionati Endurance 2017, in particolare ci soffermiamo sulla lista degli invitati per la 24 Ore di Le Mans che si correrà il prossimo 17 e 18 giugno. Per chi ha seguito il nuovo accattivante formato, che di fatto ha escluso un lungo viaggio attraverso l’Europa, le sorprese in diretta non sono mancate, della terza Toyota si sapeva da qualche ora, mentre la partecipazione dell’ex formula 1, il polacco Robert Kubica era rimasta compressa nelle speranze  non ancora confermate. La 85° edizione vivrà dunque, dopo il ritiro di Audi, sul duello Porsche-Toyota, che già lo scorso giugno offrì al pubblico emozioni ad alto contenuto di adrenalina; sessanta in tutto le vetture al via della prossima edizione, suddivise fra 6 in categoria LMP1, 25 in categoria LMP2, 13 in classe LM GTE PRO e infine 16 in classe LM GTE AM. Detto della classe regina dove la novità Kubica sarà al volante della Bykolles ENSO CLM P1/01 a motore Nismo, la categoria cadetta dei prototipi continua la propria effervescenza di competitors con nuovi telai che si affacciano sulla pista come i Riley e le Dallara. Ridimensionato il parterre Ligier con solo sei vetture la parte del leone viene all’onore di Oreca e della nuova 07 con tredici equipaggi sulla linea di partenza due le Alpine Campioni del Mondo, per tutti la motorizzazione Gibson. Plafonato sullo scorso anno il settore delle GT piloti PRO, continua lo sforzo del Team americano Ford con quattro iscrizioni , due Corvette, tre Ferrari, due Porsche e due Aston Martin. La cronaca degli ultimi giorni segnala il forfait del campione italiano Gimmi Bruni passato da Ferrari a Porsche e fermo, al momento, per dettagli contrattuali . Fra le sedici vetture piloti Am la parte del leone è di Ferrari che schiera ancora una vecchia 458 Italia a fronte di sette nuove 488 GTE. Una sola Corvette , quattro nuove Porsche 911 e tre Aston Martin Vantage. Presto i test collettivi sul circuito brianzolo di Monza e fra le varianti del parco ritornerà forte il ruggito dei prototipi. L’elenco completo della entry list lo trovate qui.

 

Il nuovo calendario 2016 per ELMS

drapeau-european-le-mans-series

Nel circuito francese del Paul Ricard, in concomitanza con la gara del campionato Europeo Endurance ELMS, si è svolta una conferenza stampa per la presentazione del Campionato 2016, presenti Gérard Neveu Direttore Generale della Serie, Pierre Fillon Presidente dell’Automobile Club de l’Ouest e Jean-Pascal Dauce Direttore Generale di Renaul Sport Competition.

La Le Mans Series Europea  incrementa il numero delle gare, che passerà nel 2016 a sei appuntamenti aggiungendo lo spettacolare circuito di Spa-Francorchamps  alle già note Silverstone, Imola , Red Bull Ring, Le Castellet ed Estoril.

Nell’ottica della ricerca sulla migliore soddisfazione per il pubblico pagante, si è pensato di aumentare gli eventi in pista unendo alla gran parte delle date, tappe della Eurocup Formula Renault 2.0 2016  e del Trofeo Renault Sport.

Rimane la formula del Prologo per la presentazione delle squadre ed una prima presa di contatto comune con la pista, si svolgerà come di norma al Paul Ricard nel week-end del 29-30 marzo 2016.

Il primo appuntamento è previsto sabato 16 aprile sul circuito di Silverstone, in Gran Bretagna, a margine della 6 Ore, evento WEC. La sequenza degli altri appuntamenti è la seguente, ricordando sempre la lunga pause che interseca la 24 Ore di Le Mans, in quanto molti equipaggi iscritti al Campionato Europeo parteciperanno anche alla classica della Sarthe.

13-15 Maggio – Imola – Italia  RST

15-17 Luglio – Red Bull Ring – Austria  RST / FR 2.0

26-28 Agosto  – Paul Ricard – Francia  RST / FR 2.0

23-25 Settembre – Spa-Francorchamps – Belgio  RST / FR 2.0

21-23 Ottobre – Estoril – Portogallo  RST / FR2.0

Pierre Fillon si dice soddisfatto  degli sforzi fatti nella direzione di incrementare gli eventi per rafforzare il Campionato Europeo ed è convinto che stabilizzare i week end di gara con un maggiore spettacolo sia il must necessario per la valorizzazione del Campionato.

Gérard Neveau, Direttore Generale della ELMS nel suo intervento ha ringraziato Renault Sport Technologies per la collaborazione “ Coinvolgere le vetture GT nella serie ELMS offrirà agli appassionati ulteriori motivi per condividere gli eventi del 2016, ho in mente dei week end di gara entusiasmanti.”

Al termine prende la parola anche Monsieur Dauce, Direttore di Renault Sport Competition “ Siamo lieti di questo accordo con ELMS, abbiamo avuto modo di testare quanto siano professionali i week end di gara, questa collaborazione ci permetterà di evidenziare una varietà di attrazioni buone  sia per il pubblico sia per i nostri concorrenti. Durante questi week-end i nostri giovani piloti avranno l’opportunità di entrare in contatto con le realtà più professionali del motor sport e questo non potrà che far bene alla loro esperienza ed alla loro visibilità.”

 

Un attimo di attenzione , parla Gérard Neveu

gerard_neveu_2015_JR5_889logo

Con tre vincitori diversi per tre gare, Greaves Motorsport a Silverstone, Thiriet by TDS Racing a Imola e Jota Sport a Spielberg, giunti a quella che si può considerare la metà della stagione ELMS, diventa importante conoscere  le opinioni a riguardo di Monsieur Gérard Neveu, Direttore Generale di Le Mans Endurance Management che , intervistato da Marie-Pierre Dupasquier, dischiude  l’orizzonte a 360° sulla serie continentale:

1) La gara del Red Bull Ring è il giro di boa del Campionato ELMS 2015  cosa ne pensi della evoluzione che ha avuto la serie?

Per tre anni abbiamo lavorato alla ricerca della giusta collocazione in Europa di questa Serie, pensiamo, nel 2015, di aver trovato l’equilibrio necessario. Cinque gare sui più bei circuiti del continente, dove accogliere le grandi squadre ed i migliori piloti. Penso che i dodicimila spettatori in Austria siano la risposta alla tua domanda.

Abbiamo affrontato la riorganizzazione del campionato ispirandoci alle esigenze dei nostri clienti, i piloti gentleman sono degli uomini d’affari che non hanno tempo da perdere, quindi è stato molto apprezzato il format di gara spalmato su due giorni solamente d’altra parte questo tempo è sufficiente per mettersi in luce a livello sportivo ed è un buon trampolino di lancio verso una carriera nelle gare endurance. Se guardiamo l’esempio di Brendon Hartley o di Harry Tincknell, sono maturati in questa categoria ed ora sono professionisti con Porsche e Nissan. Offriamo il miglior pacchetto di gare sul mercato e continueremo ad evolvere rimanendo a disposizione delle squadre per incrementare il livello del Campionato assieme.

2) Al meeting della 4 Ore del Red Bull Ring, gli spettatori hanno potuto assaporare anche due gare d’appoggio, il campionato TCR International e la Formula Renault 3.5, un vero e proprio festival del motor sport durante il  week end, sarà un format ripetibile nella prossima stagione?

Il nostro obiettivo è quello di sviluppare sempre la migliore opportunità di incontri e spettacolo possibile, già nel week end di aprile a  Silverstone il pubblico  aveva a disposizione la gara del Mondiale Endurance FIA ed una tappa del Campionato F3 Europeo, siamo convinti di aver offerto una manifestazione ad alto livello. Siamo stati felici di ospitare in Austria anche vetture turismo e di formula, è stata una grande festa di sport e ci piacerebbe ripetere questa esperienza quante più volte possibile, ma dipende dai calendari di ogni disciplina.

3) Per quale ragione il week end austriaco era accessibile al pubblico senza pagare un biglietto?

L’idea non è nuova, l’avevamo sperimentata durante la stagione 2013. Ad Imola, per esempio,nella gara precedente, le tribune erano aperte al pubblico senza pagare nulla. La 4 Ore del RBR si  svolge in un contesto eccezionale, il circuito si trova in mezzo alle Alpi della Stiria durante l’inizio del periodo vacanziero, le nostre competizioni offrono sempre uno spettacolo di grande emozione, quindi garantendo l’ingresso gratuito permettiamo al pubblico di entrare con amici e parenti in uno scenario coinvolgente ed entusiasmante. Non dimentichiamo che vedere le tribune piene di gente produce un buon risultato anche  per le televisioni e di conseguenza per gli sponsor dei nostri team. Insomma tutti sono contenti.

4) La prossima gara sarà sul circuito del Castellet il 5 e il 6 settembre, il campionato farà la sua finale all’Estoril in Portogallo il 17 ed il 18 ottebre. Tutto come lo scorso anno.  Perché è importante mantenere questa continuità ?

Vogliamo  consolidare la nostra presenza nei Paesi, stiamo seguendo la medesima strategia anche per il Campionato Mondiale, se noi visitiamo il medesimo circuito all’incirca nel medesimo periodo dell’anno, offriamo al pubblico che viaggia un motivo in più per programmare la presenza anche l’anno successivo. Se in quel periodo si sono divertiti in circuito con gli amici o la famiglia possono pianificare il ritorno con maggiore efficacia.

5) Pensate di prendere in considerazione un allargamento a nuovi circuiti per la prossima stagione 2016 ?

Siamo molto attenti nel prendere in considerazione ogni cambiamento che sia possibile fare al Campionato, intendiamo procedere solo se forniremo dei reali benefici agli attori del nostro spettacolo, non vogliamo semplicemente modificare qualcosa per aumentare i costi, al momento con cinque gare sono tutti  soddisfatti. Noi rimaniamo sintonizzati.

6) Quando annuncerete il programma 2016 ?

Lo faremo come sempre durante il mese di settembre.

Photo ELMS / Adrenal Media

Total 24 Hours Spa preview am-Cup

timthumb (1)

Anche se la Am-Cup è la minore fra le classi del Blancpain Endurance Series non significa sia la più scadente in fatto di combattività, per capirci nelle prime tre gare del campionato fin qui svolte, ci sono stati tre diversi vincitori. Di una cosa sono certo, la BMW Z4 del Team Boutsen Ginion, sarà la preferita dal pubblico. Nelle scorse edizioni della Total 24 hanno sempre caricato un po’ di sfortuna fra i compagni di viaggio, ma le cose prima o poi, devono cambiare.

La vettura nero arancio del team Boutsen dovrà dividere il calore del pubblico con la presenza in pista di Frederic Bouvy (Classic & Modern Racing) , una vera colonna di popolarità a queste latitudini, popolarità derivante  da una doppia vittoria ai tempi della categoria Turismo e che fa di lui il pilota con maggiore esperienza al via.

La forza del branco viene percepita anche da altri costruttori, quindi come BMW, anche Porsche difende i colori con la presenza in pista di ben due squadre, Attempto Racing e Belgian Delahaye Racing. Volete che a questo punto Audi si senta da meno, giammai, ecco spuntare Saintéloc e Parker Racing a difendere il blasone della casa dei quattro anelli.

Servirà tutto questo schieramento di cavalleria tedesca a contrastare tutte le Ferrari in circolazione? Lo sapremo in pochi giorni nel frattempo annotiamo che Akka ASP, Sport Garage, AF Corse,Kessel Racinge Duqueine Engineering utilizzano vetture Made in Maranello e puntano alla terza vittoria consecutiva alla Total Hours di Spa.

Gongola Stephane  Ratel, CEO e Fondatore di SRO Motorsports Group, fondatore della serie “ Siamo dispiaciuti che alcuni dei nostri abituali concorrenti della Serie Blancpain, abbiamo dovuto rinunciare a questa corsa che sta avviandosi a diventare una classica della stagione, le ragioni del forfait derivano da eventi al di fuori del loro controllo quindi speriamo presto di riaverli con noi.  E’ bello constatare di avere sette Costruttori che supportano una o più squadre ampliando il ventaglio dei possibili vincitori, sono certo che sarà una bella competizione.”

Photo SRO / Total 24 H

Week end di gara per il GT Open

red_bull

Estate calda fra le montagne della Stiria, il circuito Red Bull Ring è in piena attività, per questo fine settimana sono attese le vetture del GT Open per la quarta tappa del campionato. Gli undici costruttori rappresentati in pista sono alle prese con le prove libere fra i saliscendi del tracciato austriaco.

La lotta fra i piloti si sta scaldando così come le temperature previste per domenica, sono quattro le coppie con 11 punti nella classifica del campionato a questo punto. Alvaro Parente e Miguel Ramos,alla guida della loro McLaren 650S di Teo Martin, dopo la loro vittoria di Silverstone, conducono il campionato con un piccolo vantaggio, dieci punti che non costituiscono garanzia , solo un leggero distacco su di una doppia coppia di piloti Ferrari. Raffaele Giammaria, Ezequiel Compact piloti AF Corse, gli unici fino ad ora ad aver vinto due corse in stagione e l’altra vettura, quella di Villorba corse con Alessandro Balzan e Nicola Benucci alla guida.

Ad un solo punto un altro equipaggio top di AF, Michele Rugolo e Pasin Lathouras.

In categoria GT-Am ancora lotta ravvicinata ma questa volta tutta in casa Af Corse,  due soli punti separano gli equipaggi Claudio Sdanewitsch-Ilya Melnikov da Filipe Barreiros e Mads Rasmussen.

La pista fra i boschi sortirà il miracolo di grandi ritorni in gara,  gran parte dei quali grazie al team piacentino AF Corse. Giorgio Roda campione di categoria GTS dello scorso campionato si appresta ad una esibizione in solitario alla guida, mentre Duncan Cameron in coppia con Matt Griffin compiranno la loro seconda uscita stagionale. Thomas Flohr e Francesco Castellacci si preparano al debutto stagionale.

Da parte loro,la coppia bielorussa Alexander Talkanitsa, padre e figlio, che per anni sono stati fieri competitors di questo campionato, ritornano con il fidato team AT Racing.

Coppia tutta argentina per la Ferrari di Baporo Motorsport, Russo- Lopez, che giocheranno nel riuolo di outsider.

th_389_2115 2 037

Sul fronte Porsche , si deve annotare il ritorno del team italiano Krypton Motorsport che per la propria 911 R  propone la coppia Stefano Pezzucchi e Luca Pastorelli.

I colori Lamborghini sono come sempre difesi dalla Gallardo del team AERT con al volante il duo Nebylitskiy- Barba che tanto bene avevano figurato a Silverstone giungendo a podio.

A favore dello spettacolo, si rivedranno al RedBullRing anche le Radical RXC V8 che con Abbot- Green e Unzurrunzaga avevano movimentato la gara in Inghilterra.

 

photo GT Open

24 H Le Mans , alle 16.00 le prime prove libere

2015 24 H LM pesage lunedì 399

Dopo il bel risultato del 2013, dove ha piazzato un formidabile uno-due in LM GTE PRO, il team di Olaf Manthey, che gestisce le Porsche 911 RSR ufficiali, lo scorso anno si è dovuto accontentare del gradino più basso del podio. Il progetto della vettura è giunto al termine e necessita non più solo di aggiornamenti o piuttosto il boxer sei cilindri piatto risulterà ancora vittorioso sul complicato circuito della Sarthe ? Il team di Olaf è garanzia di successo, nulla da obiettare, oltre cento vittorie a fianco del Costruttore tedesco non si costruiscono per caso, ma di fronte c’è la compagine di Amato Ferrari con le sue 458 Italia.

2015 24 H LM pesage lunedì 377

Una sinergia di successo, con la vettura #51 dei Campioni del Mondo Gimmi Bruni e Toni Vilander, in questa gara di Le Mans affiancati dal solito team mate Giancarlo Fisichella, a fare la punta di diamante dello schieramento AF Corse. Sono al momento le vetture da battere, solo un errore ai box ha privato Gimmi Bruni di una solida vittoria nell’ultima gara del FIA WEC a Spa, al momento partono con il favore dei pronostici.

2015 24 H LM pesage lunedì 318

Il giovane equipaggio dell’altra Ferrari PRO , Davide Rigon e James Calado, viene per questa gara rafforzato dalla presenza del affidabile  pilota monegasco Olivier Beretta, un mix di esperienza e dinamismo giovanile, già provato sul campo che non potrà che rinvigorire le possibilità del team tre volte Campione del Mondo di ottenere un buon piazzamento a fine gara.

2015 24 H LM pesage lunedì 308

Da quando il team americano Corvette ha fatto il suo debutto a Le Mans nel 2000, è riuscito ad imporre nel risultato finale della gara almeno una volta , ogni variante della sua vettura per un totale di nove vittorie di classe. A questo punto la ciliegina sulla torta sarebbe quella di celebrare degnamente il 55mo anno dalla prima apparizione di una Corvette a Le Mans e di più, un hat-trick unico, dopo la vittoria di Daytona e di Sebring, con la line-up Antonio Garcia, Jan Magnussen e Ryan Briscoe.

2015 24 H LM pesage lunedì 114

Fra i pretendenti nella categoria LM GTE PRO, anche il team inglese di David Richard si presenta con le credenziali in perfetta regola, la Vantage V8 si è dimostrata molto veloce , forse non altrettanto affidabile. Il team deve concentrarsi sulla gestione di gara che qualche volta ha dato segni di cedimento, tuttavia a dispetto di un progetto vecchiotto la presenza di Richie Stanaway ha portato  velocità all’equipaggio della numero # 99 di Rees , MacDowall, equiparandosi in prestazione alla gemella numero #97 di  Bell, Mucke e Darren.

La parola ai cronometri da questo pomeriggio, alle 16.00 le prime prove libere, con l’arrivo della notte le prime prove di qualifica, il cielo coperto promette qualche scroscio di pioggia.

Photo 6-12-24 / Stefanoiori

Il duello Ferrari-Ford rivive a Le Mans 2015

1965 24 Heures du Mans

1965 24 Heures du Mans

Nel cuore del villaggio tutto è pronto in attesa dell’arrivo delle vetture. Dal 2013, L’Automobile Club de l’Ouest in collaborazione con il Dipartimento della Sarthe e GEFCO, organizzano una grande antologia storica sulla 24 Ore, il tema del 2015 sarà il grande duello Ferrari –Ford, per celebrare questa sontuosa ricorrenza è prevista una parata senza precedenti prima della partenza della gara sabato 13 giugno.

Sono passati 50 anni da quando Ferrari mise a segno un grande risultato conquistando tutte le posizioni del podio e questa ricorrenza viene festeggiata celebrando l’impegno che vide il piccolo costruttore italiano contro il colosso americano Ford, sfida che durò per quattro lunghissimi anni.

La casa del Cavallino sta attraversando un lungo periodo felice nel nord ovest della Francia , le sue berlinette mietono allori ma nel 1964 il gigante americano decide di impegnarsi in uno scontro diretto che avrà ripercussioni sportive fino al 1967. Il tutto è fomentato da una vera e propria sfida personale fra Enzo Ferrari ed Henry Ford II. La GT40 richiede tempo per la messa a punto e il 64 non è l’anno buono, la vettura è veloce ma inaffidabile, gli americani ritorneranno negli anni successivi e raccoglieranno i frutti degli immensi investimenti messi in gioco.

Avvolti da una scenografia in perfetto stile anni 60, circondati da oggetti provenienti dalle migliori collezioni, gli spettatori potranno ammirare alcune fra le grandi protagoniste di quegli anni. In esposizione ci saranno anche le tavole originali  dei fumetti dedicati alla saga e pubblicati dalle Edizioni Glénat in collaborazione con ACO.

Salvo modifiche dell’ultima ora , saranno presenti all’esposizione le seguenti vetture:

Ferrari 250 GTO 1963 replica

Ferrari  275 LM sesta alla gara del 65

Ferrari 330 P

Ferrari 330 P3 1966

Ferrari 330 P4 1967

Shelby Cobra Daytona 1964

Autocarro Hy Marchal

Camion  Atelier Ferrari Bartoletti 1967

Ford GT 40 MK I 1964

Ford GT 40 MK I Le Mans 1965

Ford GT 40 MK II replica vettura vincitrice nel 1966

Ford GT 40 MK II terza assoluta a Le Mans 1966

Ford GT 40 MK IV Le Mans 1967

Ford GT 40 MK II Le Mans 1968

Tutte le vetture saranno visibili al pubblico in modalità gratuita in un apposite locale attrezzato nel luogo dove sorgeva il vecchio museo del circuito.

Alle 12.30 prima dell’inizio della corsa, sabato 13 giugno tutte le vetture in perfette condizioni prenderanno parte ad una sfilata lungo il circuito.

immagine ACO

24 H Le Mans 2015 prima giornata di test

2015 24H LM test sabato 060

Mentre calano le ombre della sera su questa prima giornata di test in preparazione della classica settimana della 24 Ore di Le Mans, il cielo mantiene quello che il meteo ha solo previsto per domani, nuvole nere cariche di pioggia si preparano lontane, sopra i boschi della Sarthe.

2015 24H LM test sabato 147

 

2015 24H LM test sabato 160

Fra le cose in programma oggi, quella più intrigante, è sicuramente la foto delle vetture schierate lungo il rettilineo dei box, come  un ricordo comune da conservare nei cassetti della memoria. Una buona occasione per scoprire le nuove livree, gara nella gara fra i creativi più eleganti e geniali.

2015 24H LM test sabato 137

Alle quindici, nel luogo dove sessant’anni fa si consumò una delle più gravi tragedie dell’automobilismo sportivo, la commemorazione con l’omaggio alle vittime dell’incidente del 1955.

2015 24H LM test sabato 101

Dalle nove di domani mattina le parole stanno a zero, pneumatici full wet montati, bandiera verde, alle tredici le prime classifiche. Giusto il tempo di uno spuntino e si ricomincia fino alle diciotto. Ecco pronte le liste dei buoni e dei cattivi.

Solo dieci giorni per rimediare poi si farà la storia.

Uno spazio donna alla 24 Ore di Le Mans 2015

md_159310

Durante la prossima 24 Ore di Le Mans, per la prima volta, con o senza effetti speciali, grazie alla collaborazione fra Pandora e  L’Automobile Club de L’Ouest, verrà aperto uno spazio di 400mq nel centro del villaggio, dedicato esclusivamente alle donne. Sarà un punto di incontro sugli interessi tipicamente femminili. Sulle mappe sarà da ricercare con il nome “ Pavillon des Femmes “.

Pandora è il marchio danese dei gioielli, famosi per i loro bracciali  in argento personalizzati con charms ed ha collaborato alla organizzazione di questa idea innovativa per i circuiti automobilistici portando tutto il loro  know-how di competenza e precisione con l’intento di avvicinare il motor sport, infatti nel padiglione avranno un loro spazio e saranno a disposizione delle persone interessate con esempi di personalizzazioni a tema 24 Ore di Le Mans, ma anche con le loro novità della collezione Primavera.

Fin dal 1923 anno della prima edizione, il rapporto fra le donne e la corsa più famosa al mondo, è stato molto stretto, sia che si trattasse di donne pilota sia che fossero impegnate nella assistenza, come giornaliste o come commissari di pista, quindi è sembrato legittimo che fosse arrivato il tempo di dedicare loro uno spazio adeguato.

Tutte le donne presenti all’evento saranno ospiti privilegiate del Padiglione che offrirà tre aree principali :

1) un primo spazio sarà di carattere espositivo e commerciale sul tema, cosa sono state le 24 Ore di Le Mans, il luogo è deputato anche allo svolgimento di piccole conferenze a tema. Un angolo A.C.O. per esporre tutto quello che non è 24 Ore auto.

2) lo spazio Beauty offrirà servizi di trucco, capelli e manicure in collaborazione con la Scuola di Bellezza Estetica e Formazione della comunità mancelle. Sarà qui il punto vendita di Pandora.

3) sarà lo spazio salotto, adatto per un cocktail, uno scambio di opinioni o la lettura di una rivista di interesse femminile.

Alcune  fra le auto che hanno scritto le migliori pagine di questa competizione saranno esposte nel padiglione, un simulatore di guida ed un photocall faranno parte delle attività di contorno.

Il Padiglione delle Donne ha lo scopo di avvicinare maggiormente il pubblico femminile alla corsa  nel momento stesso che dimostra quanto sia grande il coinvolgimento delle donne nel mondo dei motori, della tecnologia e dello sport.

Questo spazio espositivo così innovativo  verrà inaugurato giovedì 11 giugno.

ADAC-ZURICH 24H Pronti via. I risultati delle qualifiche

24h-1431697786

Dalla BMW Z4 GT3 numero # 26 di Jorg Muller, Augusto Farfus, Dirk Adorf e Nicky Catsburg alla Renault Clio RS numero #144 di Girardo Massimiliano, Abril Nicolas e i due Lamadrid Jr e Sr. tutte le vetture qualificate per la partenza di oggi sull’anello terribile del Nurburgring. Tempi e posizioni di schieramento, qui.

24h-1431697907

Photo 24 H Rennen