Articoli

ELMS Le Castellet la gara

ND5_7537

Alla 4 Ore del Castellet ha vinto la Jota Sport. Mentre tutti ritornano felici verso le loro case e le notizie volano attraverso i media, contrordine gente, ha vinto la Greaves Motorsport. Cosa è successo ?  Succede che Filipe Albuquerque guida per 1 minuto e 57 secondi oltre il limite consentito per un singolo stint di gara e la vettura viene penalizzata di 45 secondi  di conseguenza la Gibson 015 S Nissan dello Jota scivola in terza posizione di classifica, mentre la Gibson 015S Nissan del Greaves scala la graduatoria. Ne beneficia anche la BR 01 Nissan dell’AF Corse che era giunta terza sotto la bandiera a scacchi.

La lotta durante tutte le quattro ore della manifestazione era stata incandescente e tale rimarrà al prossimo e ultimo round sul circuito dell’Estoril dove la ELMS del 2015 terminerà il campionato. Se il trofeo per la LM P3 si è chiuso con l’aggiudicazione del titolo, ora in classifica per il Trofeo LM P2 Jota guida la classifica con un solo punto di vantaggio su Greaves. Nemmeno se l’avessero studiata a tavolino avrebbero fatto di meglio.

Seppure con alcuni piloti favoriti dal vantaggio guadagnato nella classifica, i due titoli piloti e team per le categorie GT rimangono fluidi e ancora aperti per la vittoria finale anche ai terzi in graduatoria.

Tutte classifiche dopo la quarta gara del Paul Ricard sono disponibili qui.

Photo ELMS / Adrenal Media

Trofeo Europeo LM P3 per Sir Chris Hoy e Ginetta

ND5_0604

Più ci si avvicina al termine di un Campionato, più sono possibili le chiusure anticipate dei Trofei, ieri nella Francia del sud, precisamente al Paul Ricard andava in scena la penultima gara della serie Endurance Europea della FIA e il Titolo continentale per la categoria LM P3 ha ottenuto il suo Re.

Il team LNT che gareggia con la Ginetta numero #3 ha dominato la corsa e segnato la terza vittoria in quattro gare aggiudicandosi un meritato Titolo Europeo, la leggenda del ciclismo nonché campione Olimpico britannico Sir Chris Hoy ha aggiunto al suo impressionante palmares sportivo il primo riconoscimento nel motor sport.  Assieme al team mate Charlie Robinson correranno l’ultima gara ad Estoril con lo specifico interesse di aggiungere  la quarta vittoria per la stagione.

Photo ELMS / Adrenal Media

ELMS riparte dal Paul Ricard

rolling_JR5_8403

Il prossimo week end del 5 e 6 settembre vedrà le vetture iscritte al Campionato Europeo endurance disputare la quarta competizione della stagione 2015 sul circuito del Paul Ricard. Nel sud della Francia, il dipartimento del Var accoglierà per la terza volta una tappa del Campionato dopo la sua ristrutturazione avvenuta nel 2013.

Sulle colline della Costa Azzurra i concorrenti affronteranno una sfida con opzioni diverse rispetto a qualunque altra gara già disputata, il lungo e veloce rettilineo del Mistral con i suoi 1800 metri sarà un teatro severo per le prestazioni delle singole vetture.

Prima della prova francese nella categoria LM P2 domina il team Jota con i suoi piloti Dolan, Tincknell e Albuquerque a quota 60 punti, lotta in famiglia Ginetta fra i contendenti della categoria LM P3, il team LNT, in particolare il duo di  piloti Hoy e Robertson, forti di 52 punti, guidano la contesa.

La Ferrari 458 Italia del Formula Racing guidata da Laursen, Mac e Rizzoli sono in testa alla loro classifica con 48 punti mentre in categoria GTC domina la BMW Z4 GT3 del TDS Racing, i piloti sono Lunardi, Perera e Dermont  a quota 56 punti.

L’elenco degli iscritti lo trovate qui .

 

Photo ELMS

24 H Le Mans 2015 prima giornata di test

2015 24H LM test sabato 060

Mentre calano le ombre della sera su questa prima giornata di test in preparazione della classica settimana della 24 Ore di Le Mans, il cielo mantiene quello che il meteo ha solo previsto per domani, nuvole nere cariche di pioggia si preparano lontane, sopra i boschi della Sarthe.

2015 24H LM test sabato 147

 

2015 24H LM test sabato 160

Fra le cose in programma oggi, quella più intrigante, è sicuramente la foto delle vetture schierate lungo il rettilineo dei box, come  un ricordo comune da conservare nei cassetti della memoria. Una buona occasione per scoprire le nuove livree, gara nella gara fra i creativi più eleganti e geniali.

2015 24H LM test sabato 137

Alle quindici, nel luogo dove sessant’anni fa si consumò una delle più gravi tragedie dell’automobilismo sportivo, la commemorazione con l’omaggio alle vittime dell’incidente del 1955.

2015 24H LM test sabato 101

Dalle nove di domani mattina le parole stanno a zero, pneumatici full wet montati, bandiera verde, alle tredici le prime classifiche. Giusto il tempo di uno spuntino e si ricomincia fino alle diciotto. Ecco pronte le liste dei buoni e dei cattivi.

Solo dieci giorni per rimediare poi si farà la storia.

Il Consiglio Generale di A.C.O.

300px_LOGO-ACO

Ieri, giovedì 21 maggio 2015, nei locali Welcome, del circuito della 24 Ore, in quel di Le Mans, si è tenuta l’Assemblea Generale dell’Automobile Club de L’Ouest.

Monsieur Pierre Fillon, Presidente di A.C.O., in nome del Consiglio Direttivo, oltre ai dettagli di tipo amministrativo, che vogliamo riassumere con un fatturato complessivo per l’anno 2014 pari a 57.007.895 milioni di Euro con un utile netto di 2.681.931 milioni, ha riassunto anche i risultati sportivi dell’anno appena concluso.

“ La 24 Ore di Le Mans ha segnato l’introduzione del nuovo regolamento tecnico LM P1, e l’ingresso di Porsche fra i costruttori al più alto livello, la novità più rilevante, da facoltà ai concorrenti di sviluppare ed utilizzare una quantità di energia al giro, consentendo lo sviluppo di tecnologie specifiche che troveranno nel futuro, sempre maggiore applicazione nell’uso delle vetture di serie. In conseguenza di ciò, il risparmio reale di combustibile fossile, a pari prestazione, rispetto al 2013, è stato del 30%.

Alla gara hanno assistito 263.000 spettatori, dopo la bandiera verde esposta per l’occasione dal pilota spagnolo Fernando Alonso, il Team Audi Sport Joest ha vinto una gara dominata per almeno 10 ore dal Team Toyota Motorsport. Da parte sua il Team Porsche Motorsport, non ha avuto l’occasione di un buon risultato nell’anno del ritorno. Aston Martin e Ferrari hanno dominato le rispettive categoria GT ed il Team Jota si è imposto nei prototipi LM P2.

Nell’anno 2014, terzo anno dall’introduzione del FIA WEC, il successo si è rafforzato in ogni nazione dove si è corso, la qualità della organizzazione è diventata un punto di riferimento e si è cercato di migliorare nella visibilità in collaborazione con i media. Da parte nostra, abbiamo messo a punto una applicazione che permette sui dispositivi mobili di  seguire tutta la 24 Ore, questa applicazione è stata riconosciuta da Apple come la migliore fra tutte quelle introdotte nel 2014.

L’affluenza degli spettatori nell’arco dell’intero campionato è stata in media di 40.000 unità per gara.

La serie continentale ELMS ha confermato il trend di crescita del 2013 con una media  oscillante fra 33 e 38 concorrenti a gara,  i Team Alpine e SMP, sono stati premiati con i titoli al termine delle gare.

Il nuovo campionato americano TUDOR USCC, nato dalla fusione dei precedenti Grand Am e American Le Mans Series, ha incoronato il Team Action Express e la loro Corvette. Il partenariato ACO-IMSA ha dato i frutti che ci eravamo prefissi.

I risultati, invece, della serie ASIAN Le Mans non sono stati quelli sperati, ed è per questo che abbiamo deciso di assumere il controllo totale della Serie per tentarne il rilancio su un territorio che continua il suo trend positivo di crescita. Congratulazioni ad OAK Racing ed il team AAI per essersi aggiudicati i titoli in palio.

In totale abbiamo registrato 28 eventi organizzati seguendo i nostri regolamenti.

L’attività è stata sostenuta da un totale di otto eventi motociclistici fra i quali , il MOTO GP, la 24 Ore Moto e la France Superbike, fra gli eventi auto , abbiamo organizzato la V de V, la Fun Cup, la GT Tour oltre naturalmente alla 24 Ore Classic.

Per la prima volta si sono svolte le Finali Mondiali sul circuito Karting, l’X30. Il successo della 24 Ore Karting ha decretato definitivamente l’ingresso del nostro circuito fra quelli maggiormente apprezzati nel mondo.

Nel 2014, in totale, abbiamo organizzato 99 eventi coinvolgendo i membri delle nostre  14 Associazioni Sportive per un totale di 4119 piloti licenziati. Questo nonostante la disponibilità ridotta del tracciato a seguito dei lavori di miglioramento svolti durante l’annata.

A fianco delle nostre missioni in Francia e all’estero per il consolidamento delle nostre attività, la nostra divisione sportiva sta pianificando il futuro con l’introduzione della categoria LM P3, la finalizzazione del nuovo regolamento GTE per il 2016, quello LMP2 per il 2017 parallelamente alla costruzione , la preparazione al funzionamento del nuovo Porsche Experience Center.”

 

 

 

 

Uno spazio donna alla 24 Ore di Le Mans 2015

md_159310

Durante la prossima 24 Ore di Le Mans, per la prima volta, con o senza effetti speciali, grazie alla collaborazione fra Pandora e  L’Automobile Club de L’Ouest, verrà aperto uno spazio di 400mq nel centro del villaggio, dedicato esclusivamente alle donne. Sarà un punto di incontro sugli interessi tipicamente femminili. Sulle mappe sarà da ricercare con il nome “ Pavillon des Femmes “.

Pandora è il marchio danese dei gioielli, famosi per i loro bracciali  in argento personalizzati con charms ed ha collaborato alla organizzazione di questa idea innovativa per i circuiti automobilistici portando tutto il loro  know-how di competenza e precisione con l’intento di avvicinare il motor sport, infatti nel padiglione avranno un loro spazio e saranno a disposizione delle persone interessate con esempi di personalizzazioni a tema 24 Ore di Le Mans, ma anche con le loro novità della collezione Primavera.

Fin dal 1923 anno della prima edizione, il rapporto fra le donne e la corsa più famosa al mondo, è stato molto stretto, sia che si trattasse di donne pilota sia che fossero impegnate nella assistenza, come giornaliste o come commissari di pista, quindi è sembrato legittimo che fosse arrivato il tempo di dedicare loro uno spazio adeguato.

Tutte le donne presenti all’evento saranno ospiti privilegiate del Padiglione che offrirà tre aree principali :

1) un primo spazio sarà di carattere espositivo e commerciale sul tema, cosa sono state le 24 Ore di Le Mans, il luogo è deputato anche allo svolgimento di piccole conferenze a tema. Un angolo A.C.O. per esporre tutto quello che non è 24 Ore auto.

2) lo spazio Beauty offrirà servizi di trucco, capelli e manicure in collaborazione con la Scuola di Bellezza Estetica e Formazione della comunità mancelle. Sarà qui il punto vendita di Pandora.

3) sarà lo spazio salotto, adatto per un cocktail, uno scambio di opinioni o la lettura di una rivista di interesse femminile.

Alcune  fra le auto che hanno scritto le migliori pagine di questa competizione saranno esposte nel padiglione, un simulatore di guida ed un photocall faranno parte delle attività di contorno.

Il Padiglione delle Donne ha lo scopo di avvicinare maggiormente il pubblico femminile alla corsa  nel momento stesso che dimostra quanto sia grande il coinvolgimento delle donne nel mondo dei motori, della tecnologia e dello sport.

Questo spazio espositivo così innovativo  verrà inaugurato giovedì 11 giugno.

Thiriet by TDS Racing vince a Imola

54682284-3a4c-4df6-a207-040e3b6fb2f0

Allo stesso modo in cui nel 2011, il team Thiriet by TDS Racing, aveva offerto ad Oreca la prima vittoria del modello 03, ora a Imola, la bella favola si ripete, vincendo la seconda prova del Campionato ELMS 2015 sul tracciato del Santerno, Thiriet, Badey e Gommendy offrono ad Oreca, la prima vittoria di uno chassis tipo 05.

I tre piloti non hanno sbagliato nulla e con la vittoria si regalano anche la testa della classifica.

La costruzione della vittoria era iniziata durante le prove libere, dove l’affiatamento di tutte le componenti del team e la bontà delle regolazioni aveva permesso di tenere costantemente la prima posizione nella classifica dei tempi. Un errore di Gommendy durante la qualifica aveva sprecato l’opportunità di una pole certa, la Oreca Nissan 05 partiva dalla quinta fila nello schieramento.

8a4c2f5e-2831-4c59-ba6a-ea0819d297b1

Senza perdersi d’animo, alla partenza con alla guida Thiriet, facendo uno stint di guida eccezionale, raggiungeva la seconda posizione in meno di venticinque minuti, poi, Badey entro il cinquantesimo minuto viaggiava già in testa alla corsa.

Ritornata in pista dopo un pit,  al quarto posto, l’equipaggio non molla il ritmo della vettura leader e nonostante le fermate necessarie per il carburante ed il cambio piloti, la Oreca # 46 non ha mai ceduto la prima posizione.

Dopo l’errore in qualifica, Tristan Gommendy, otteneva di guidare la vettura fino al traguardo, a quel punto solo giri veloci per rinfrancarsi lo spirito e cancellare la delusione della mattina, il 104° giro rimarrà quello più veloce fra tutti. Taglierà il traguardo con 15 secondi  di distacco dal suo più diretto avversario.

Dopo il podio di Silverstone, questa gara era da considerare la prova in vista di Le Mans , tutto il lavoro di sviluppo portato nelle componenti meccaniche della vettura era in funzione della 24 Ore. Vittoria e testa del campionato hanno sancito il più bel riconoscimento per il lavoro svolto, la ciliegina è quella di aver offerto la prima vittoria a questa macchina ancora in piena fase evolutiva.

“ Ero molto imbarazzato dopo l’errore di questa mattina, ma i miei compagni mi hanno sostenuto ed alla fine abbiamo raggiunto il risultato che ci eravamo prefissati, Pierre ha fatto un lavoro magnifico e dopo un ora di corsa il mio errore era superato. Le gomme hanno lavorato benissimo, non si sono degradate molto e anche durante il mio stint, l’ultimo, ho potuto spingere forte, quindi ringrazio soprattutto Dunlop Motorsport che ci ha consegnato degli ottimi pneumatici , Oreca per aver costruito una vettura indistruttibile ed infine sono orgoglioso di essere parte di questo team.”

Pierre Thiriet a fine gara commenta quanto si diverta a partire in condizioni di difficoltà “ Sapevamo di aver lavorato bene sulla vettura, quindi anche se partire indietro un po’ mi spaventava, ho accettato la sfida con determinazione. La macchina ha funzionato perfettamente e quando ho consegnato la vettura ai compagni loro hanno migliorato il mio lavoro. A quel punto la vittoria è arrivata facile. Ora la grande sfida di Le Mans, ci arriviamo in testa alla nostra classifica, ma la affronteremo con umiltà, la 24 Ore non perdona nemmeno i piccoli errori.”

Photo TDS Racing

Il Campionato Europeo ELMS sulle rive del Santerno

elms-imola-A4-official_83185b

Eccoci finalmente con una gara di ottimo livello sul territorio nazionale, il prossimo week end, 16 e 17maggio 2015,  sul circuito del Santerno a Imola,  si correrà la seconda tappa del Campionato Europeo ELMS. Trenta vetture suddivise in classi fra prototipi e GT lotteranno nella classica formula delle 4 Ore di gara.

Sul circuito intitolato a Enzo e Dino Ferrari oltre ai prototipi di categoria LM P2, 11 vetture, ci sarà l’opportunità di conoscere da vicino anche sei fra i nuovi prototipi della nuova categoria LM P3. Nell’occasione della tappa italiana del Campionato il team Villorba Corse , dopo aver eluso la prima gara a Silverstone, sarà sulla linea di partenza con i piloti Giorgio Sernagiotto e Roberto Lacorte alla guida di una nuova fiammante Ginetta LMP3 motorizzata Nissan.

Come sempre la categoria GTE fa sfoggio di marchi prestigiosi, Ferrari, Porsche, Aston Martin  e BMW saranno allineati alla partenza. Dopo aver dominato il podio delle due ultime edizioni, Ferrari con la Berlinetta 458 schiera ben cinque equipaggi, solo due saranno le Porsche 911 RSR ma fra esse ci sarà la numero #86 Gulf Racing UK Porsche vincitrice della prova inglese e quindi leader della classifica. Non perdete l’occasione di incontrare il Campione Turismo in carica Andy Priaulx sull’unica BMW Z4 in lizza , quella del team BMW MarcVDS # 52. Occhio agli intriganti gadget di questo team che riuscirete a raccogliere partecipando alla sessione autografi prevista nel paddock per il pubblico  presente.

Infine la categoria GTC, cinque vetture per tre costruttori, sembra il titolo di una commedia minore, ma la competizione di questa classe è garantita dalla presenza di qualche pilota Pro, come l’italiano Marco Cioci o il danese Cristian Poulsen decisi a vender cara la pelle in un nugolo di colleghi Gentlemen non meno agguerriti. Fari puntati sul giovane Giorgio Roda sulla Ferrari 458 # 63 di AF Corse.

Come sempre l’Italia è parente povero per quanto riguarda la copertura televisiva dell’avvenimento, a parte lo streaming sul sito ufficiale del campionato , cioè www.europeanlemansseries.com rincorrete, se potete, il segnale di Motors TV.

Non rimane che recarsi al circuito Enzo e Dino Ferrari di Imola e con un semplice biglietto di ingresso usufruire delle tribune incluse nel costo per l’occasione, della sessione autografi, ghiotta occasione per incontrare tutti i piloti ed ottenere un gadget per la vostra collezione di memorabilia.

ELMS 2015 , la entry list

__elms_quadri_fond_blanc_copie_250

Di seguito l’elenco delle vetture che sono iscritte al nuovo campionato 2015 della European Le Mans Series.

La lista dei 34 concorrenti è la seguente:

Categoria LM P2 : Thiriet by TDS Racing (ORECA ), Jota Sport (Gibson 015S),  Greaves Motorsport (Gibson 015S), Ibanez Racing (Wolf GB08), Ibanez Racing (Wolf GB08), Pegasus Racing (Morgan LM P2), Murphy Prototypes (ORECA 03R), Eurasia Motorsport (ORECA 03R), Algarve pro Racing (Ligier JS P2), SMP Racing (BR01), SMP Racing (BR01), Krohn Racing (Ligier JS P2)

Categoria GTE : AF Corse (Ferrari 458 GTE), AF Corse (Ferrari 458 GTE), AF Corse (Ferrari 458 GTE), Gulf Racing UK (Porsche 911 RSR), Marc VDS Racing (BMW Z4 GTE), AT Racing (Ferrari 458 GTE), Formula Racing (Ferrari 458 GTE), Proton Competition (Porsche 911 RSR), JMW Motorsport (Ferrari 458 GTE)

Categoria GTC : TDS Racing (BMW Z4 GT3), Af Corse ( Ferrari 458 Italia GT3), AF Corse ( Ferrari 458 Italia GT3), AF Corse ( Ferrari 458 Italia GT3), AF Corse (Ferrari 458 Italia GT3), Massive Motorsport ( Aston Martin V12 Vantage GT3)

Categoria LM P3 : LNT (Ginetta), LNT (Ginetta), Cetilar Villorba Corse (Ginetta), University of Bolton (Ginetta), Rollcentre Racing (Ginetta), SVK by Speed Factory (Ginetta), Lanan Racing (Ginetta).

Gli italiani iscritti per la 24 Ore di Dubai

Dubai-city-7871_2000pix

Il primo dicembre 2014, al porto di Rotterdam, sono attesi i concorrenti iscritti alla prossima 24 ore Dubai per l’imbarco del materiale di gara. Un evento inserito nel calendario 24 Hours Series e che prevede la partecipazione di una novantina di equipaggi con vetture GT. Mercedes SLS AMG GT3, Porsche 997 GT3 R, Ginetta G 50, Aston Martin Vantage GT4, Ferrari 458 Italia GT3 e Marc Focus V8 saranno della partita. Fra gli equipaggi italiani dell’ultimo minuto si sono aggiunti, Tiziano Cappelletti, Tiziano Frazza e Mario Cordoni con la Porsche 991 Cup del Dinamic Motorsport, Rino Mastronardi sulla Ferrari 458 Italia GT3 del team svizzero Glorax Racing, ed una Ferrari 458 GT3 Italia per AF Corse, piloti da definire.

Da tempo nell’elenco iscritti figurava Matteo Malucelli a bordo della Ferrari 458 Italia GT3 del Team Praha, Massimo Vignali sulla Porsche 997 Cup del team LD Racing, Alberto Vescovi su una delle due Ginetta G 50 della Nova Race, la seconda con Luca Magnoni, Luis Scarpaccio, Fabio Ghizzi e Matteo Cressoni.

Stop News anche per Luciano Tarabini su una Renault Clio Cup del team svizzero  Presenza.eu Racing Team Clio 2 e per Marco Maranelli su un’altra Ginetta , questa volta tedesca, iscritta dal team Niedertscheider Motorsport.