Articoli

La prossima ventiquattrore

affiche-24-heures-du-mans-2017 piccola

Davanti ad una platea web di circa 75.000 utenti, si sono svolte le presentazioni dei Campionati Endurance 2017, in particolare ci soffermiamo sulla lista degli invitati per la 24 Ore di Le Mans che si correrà il prossimo 17 e 18 giugno. Per chi ha seguito il nuovo accattivante formato, che di fatto ha escluso un lungo viaggio attraverso l’Europa, le sorprese in diretta non sono mancate, della terza Toyota si sapeva da qualche ora, mentre la partecipazione dell’ex formula 1, il polacco Robert Kubica era rimasta compressa nelle speranze  non ancora confermate. La 85° edizione vivrà dunque, dopo il ritiro di Audi, sul duello Porsche-Toyota, che già lo scorso giugno offrì al pubblico emozioni ad alto contenuto di adrenalina; sessanta in tutto le vetture al via della prossima edizione, suddivise fra 6 in categoria LMP1, 25 in categoria LMP2, 13 in classe LM GTE PRO e infine 16 in classe LM GTE AM. Detto della classe regina dove la novità Kubica sarà al volante della Bykolles ENSO CLM P1/01 a motore Nismo, la categoria cadetta dei prototipi continua la propria effervescenza di competitors con nuovi telai che si affacciano sulla pista come i Riley e le Dallara. Ridimensionato il parterre Ligier con solo sei vetture la parte del leone viene all’onore di Oreca e della nuova 07 con tredici equipaggi sulla linea di partenza due le Alpine Campioni del Mondo, per tutti la motorizzazione Gibson. Plafonato sullo scorso anno il settore delle GT piloti PRO, continua lo sforzo del Team americano Ford con quattro iscrizioni , due Corvette, tre Ferrari, due Porsche e due Aston Martin. La cronaca degli ultimi giorni segnala il forfait del campione italiano Gimmi Bruni passato da Ferrari a Porsche e fermo, al momento, per dettagli contrattuali . Fra le sedici vetture piloti Am la parte del leone è di Ferrari che schiera ancora una vecchia 458 Italia a fronte di sette nuove 488 GTE. Una sola Corvette , quattro nuove Porsche 911 e tre Aston Martin Vantage. Presto i test collettivi sul circuito brianzolo di Monza e fra le varianti del parco ritornerà forte il ruggito dei prototipi. L’elenco completo della entry list lo trovate qui.

 

Toyota Motorsport vince il Titolo Mondiale Endurance Costruttori FIA

2014_Sao-Paulo_Sunday_2_1-150x150

Toyota Motorsport conquista il Titolo di Campione del Mondo Costruttori al termine dell’ultima gara della stagione 2014, la sei ore di San Paolo. L’uscita della safety car a mezz’ora dal termine della gara, ha tolto all’equipaggio della TS 040 Hybrid # 8 la possibilità di combattere per la vittoria e si sono dovuti accontentare del secondo posto dietro alla Porsche 919 Hybrid # 14 di Neel Jani. La vettura # 7 si è dovuta accontentare della quarta posizione dopo un drive through di penalità.

Toyota rivince un titolo mondiale dopo quindici anni , era infatti il 1999 quando ci fu la vittoria nel Mondiale Rally.

Akio Toyoda , Presidente di Toyota Motor Corporation  “ Sono  molto contento che dopo solo tre anni di partecipazione, Toyota Motorsport sia stata capace di vincere entrambi i Trofei Mondiali, quello Piloti e quello Costruttori con una vettura così sofisticata come la TS 040 Hybrid. Voglio esprimere i miei più sinceri ringraziamenti a tutti i nostri fans che ci sono stati così vicini ed anche a tutti i nostri partners per il loro supporto. Un altro ringraziamento unito alle congratulazioni a tutti i nostri piloti e agli uomini del Team che hanno saputo lavorare così duramente ed in comune accordo. Useremo le esperienze fatte con il Campionato del Mondo Endurance della FIA per migliorare ancora di  più le nostre vetture ibride che i nostri clienti usano sulle strade del mondo. “

Yoshiaki Kinoshita , Presidente di Toyota Motorsport “ La corsa di oggi è stata molto coinvolgente, sono molto orgoglioso per il risultato, specialmente se consideriamo che in altitudine il nostro motore perde un po’ di potenza. Il nostro sistema ibrido ha lavorato bene in ogni condizione di gara, alla fine tutti hanno lavorato duramente per ottenere questo risultato, archiviare due titoli mondiali nella medesima stagione è il miglior risultato per Toyota di sempre. Voglio ringraziare anche Nicolas Lapierre e Kazuki Nakajima anche se non erano qui con noi in Brasile, tutti nel team hanno fatto al loro parte, abbiamo combattuto contro degli avversari molto forti, è stato un bel Campionato. Lavoreremo ancora più forte per difendere i nostri Titoli nel prossimo anno.”

Photo Toyota Motorsport

Ferrari terzo titolo in tre anni

Ferrariteam

Con il terzo e quarto posto finale in LM GTE PRO, nell’ultima gara del campionato, sul circuito brasiliano intitolato a Carlos Pace, altrimenti detto , Interlagos, il team AF Corse di Piacenza, consegna alla Ferrari in terzo trofeo FIA Costruttori in tre anni.

Un risultato sul quale ha pesato la vittoria della Ferrari 458 # 51 di Bruni Vilander e Fisichella alla 24 ore di Le Mans , dove per regolamento, il punteggio vale doppio, ma pure le tre vittorie del Fuji, di Spa e del Bahrain. Una annata eccezionale se la sommiamo al titolo Mondiale Piloti per Bruni e Vilander ottenuto alla recente gara del regno del Bahrain ed il titolo Mondiale LM GTE Team della squadra di Amato Ferrari. Al capo del Reparto Corse Clienti della Ferrari , Antonello Coletta, non rimane che commentare “ E’ stato un’anno fantastico. Tre titoli in fila per Ferrari sono da dedicare a questa squadra compatta nella volontà e a questi piloti. Oggi abbiamo avuto alcune difficoltà, prima una foratura, poi qualche distrazione nella strategia della macchina di Gimmi, ma alla fine siamo riusciti ad ottenere i punti necessari alla conquista del Trofeo. Tre titoli mondiali sono un lavoro ben fatto e dimostra che Ferrari è ancora al top nella categoria Gt, oggi ci godiamo questa gioia da domani cominceremo a lavorare per il prossimo anno  ”

Photo Roberto Viva – Ferrari

Patrick Dempsey conferma l’iscrizione al FIA WEC del2015

2014 le mans giovedì prima 128

“ Sto guardando al 2015 e sono orgoglioso di poter annunciare che sarò presente con il mio team Dempsey Racing / Proton  Porsche, all’intero campionato FIA WEC e alla 24 Ore di Le Mans 2015.” Chi parla è il celebre attore americano Patrick  Dempsey, che inarrestabile prosegue “ nella prossima avventura sarò assieme al pilota della Porsche Patrick Long, per il terzo posto non abbiamo ancora concluso accordi. Porsche correva prima che io nascessi, sono cresciuto con i loro successi alla Targa Florio , a Daytona piuttosto che a Le Mans , è un inestimabile valore poter correre con loro. Ci sono momenti nei quali, non riesco a credere di far parte di questo grande Team.”

Gérard Neveu , CEO di FIA WEC esprime molta soddisfazione all’annuncio “ Diamo un grande benvenuto nel campionato a Patrick Dempsey, un grande attore , ma anche un talentuoso pilota, ha al suo attivo numerosi anni di corse americane più tre partecipazioni alla 24 Ore di Le Mans, è un vero rappresentante di valore per questa disciplina. Vederlo a fianco di un altro grande pilota americano come Patrick Long, farà felici i numerosi fan d’oltreoceano.”

photo 6-12-24

una foto al giorno…Cougar C01B

Cougar_C01B 1983_Mugello1000 Courage_Giudici_Bertuzzi

Cougar C01 B…1983 Mugello 1000…Courage Giudici Bertuzzi

Progetto ispirato da Yves Courage, pilota di Le Mans, già visto alla partenza della “24 Ore” alla guida di prototipi Gruppo 6, debutta sulla pista francese alla guida della sua auto nel 1982. La C01 è dotata di un telaio monoscocca, costruito a Vichy dall’inglese Don Foster, già fornitore, fra gli altri, di Ligier e Roundeau. L’aerodinamica è opera di Marcel Hubert (Alpine Le Mans) mentre il motore è l’onnipresente Ford Cosworth DFL. La versione “B” corre nel 1983 quando le finanze lo permettono e arriva in Italia anche grazie a Gianni Giudici e Aldo Bertuzzi, che la guideranno con Courage stesso. Si qualifica quindicesima, conclude la corsa tagliando il traguardo in decima posizione.